WhatsApp sbarca sul web

E’ la funzione più richiesta dagli utenti, quella di poter utilizzare il servizio più famoso di messaggistica anche su desktop. Finora l’inghippo era stato più o meno risolto attraverso servizi di terze parti (penso al famoso AirDroid) che permettevano di controllare il proprio dispositivo anche da computer attraverso lo screen mirroring. Spesso, però, era possibile solo leggere i messaggi e non rispondere se non dopo aver attivato i permessi di root. Una cosa non per tutti insomma. Continua a leggere WhatsApp sbarca sul web

The Butler. Un maggiordomo (nero) alla Casa Bianca

E' la mia prima recensione di un film. Spero di tirarne fuori qualcosa di buono. Ho deciso di scriverla essenzialmente perché non mi trovo d'accordo con i giudizi di pubblico e critica che ho trovato in rete. Credo che questo film sia decisamente migliore di quanto venga raccontato e lo dico con un minimo di presunzione di chi ha seguito un corso universitario sulla storia degli afroamericani negli Stati Uniti d'America.

Continua a leggere The Butler. Un maggiordomo (nero) alla Casa Bianca

Occidente caput mundi

Vivere in Occidente, che gran fortuna. Puoi essere sempre dalla parte del giusto che tanto la tua cultura è quella dominante, quella che, dopo secoli di evoluzione, è diventata centro del mondo. Che a dirla tutta questo è stato frutto anche di circostanze fortunose e fortunate. Che l’Oriente, durante il nostro buio Medioevo, ci mangiava gli gnocchi in testa nel progresso scientifico e culturale. Per dirla in maniera carina. Che eravamo noi che copiavamo i cinesi, una volta.

E se le cose fossero andate diversamente? Se il centro del mondo si fosse paurosamente capovolto? Continua a leggere Occidente caput mundi

Il migliore del mondo

Se chiedete a un bambino cosa vorrà fare da grande, la risposta che vi darà sarà, probabilmente, il calciatore. Se poi provate ad approfondire il discorso e capire in che ruolo vorrebbe giocare, beh, con molta facilità vi dirà in attacco. Di sicuro saranno ben pochi quelli che sgomiteranno per aggiudicarsi la maglia da portiere. Perché è un ruolo ingrato. Continua a leggere Il migliore del mondo

In piazza per la libertà

In un abbraccio si sciolgono alcune delle più grandi tensioni internazionali dal secondo dopoguerra a oggi. Mai così vicini, Nethanyahu e Abbas, presidente israeliano e presidente dell’Autorità palestinese. E poi la Merkel al fianco di Hollande e Cameron per limare le rivalità storiche tra i tre giganti europei. Infine il primo ministro turco Davutoglu (le proteste di piazza a Istanbul sono ancora vive negli occhi di tutti) e la regina Ranja di Giordania. Continua a leggere In piazza per la libertà

Buon anno Italia

Un rito che si rinnova. Diamo l’addio al vecchio anno cercando di lasciarci alle spalle il passato e accogliamo il nuovo con buoni propositi e…vecchie abitudini. Come il puntuale aumento dei pedaggi delle autostrade per disincentivare ulteriormente gli italiani a spostarsi durante le vacanze ma, soprattutto, per aumentare i costi di tutti quei prodotti che viaggiano ancora su gomma. Oppure il salasso che attende le partite IVA con un aumento esponenziale della tassazione per tappare i buchi delle solite spese folli del nostro governo. Continua a leggere Buon anno Italia

Scacco al calcio

Forse sono io che ho una visione un po’ troppo romantica ma mi sono sempre immaginato le partite della nazionale un po’ come la festa del calcio per le famiglie. Genitori che possono avvicinare i bimbi al mondo del pallone, farli entrare per la prima volta in uno stadio perché le gare delle nazionali dovrebbero essere solo una grande festa dello sport. Io allo stadio sono anni che non ci vado, per diversi motivi. Per forza di cose, quindi, le partite le seguo in TV. E sono rimasto allibito dai commenti dei telecronisti Rai che, all’ennesimo lancio di fumogeni degli ultras croati hanno ipotizzato, come ultima spiaggia, la sospensione definitiva della partita e il 3-0 a favore degli azzurri. Un pensiero che sottolinea l’assuefazione del calcio alla violenza, la disponibilità incondizionata di rimettere gli esiti di una partita sempre e comunque nelle mani delle frange violente del tifo.  Continua a leggere Scacco al calcio

La ricerca della felicità

L’altro giorno a un TG, non mi ricordo nemmeno quale, avevo sentito parlare vagamente dell’opinione della Chiesa sulla vicenda Brittany Maynor. Oggi, con un po’ di tempo, ho fatto una ricerca su internet e sono incappato in un articolo su Panorama (avrei preferito un’altra fonte ma il pezzo mi sembra di buona fattura) in cui veniva riportato il pensiero che Ignacio Carrasco de Paula, presidente della pontificia accademia per la Vita, ha espresso il 4 novembre all’Ansa in merito al suicidio di Brittany Maynor. Continua a leggere La ricerca della felicità

Le vite degli altri

Scrivendo la prima bozza di questo post avevo preparato una fantastica introduzione per mettervi in condizione di capire le mie riflessioni. Poi mi sono reso conto che leggere tutte quelle righe sarebbe stato interessante tanto quanto osservare un pezzo di ferro arrugginire e ho cancellato tutto. Se non avete già letto i pezzi a cui faccio riferimento ecco i link: Mors tua vita mea, Mortacci tua vita mia, Vita tua vita mea. Continua a leggere Le vite degli altri

Di concerto

La musica non va ascoltata. Non solo, almeno. La musica va vissuta. Che tu sia a casa, in treno, in auto, in aula studio, in un negozio. Che tu stia correndo, fantasticando, dipingendo, fotografando. Qualsiasi cosa tu stia facendo la musica deve entrare in te e pervadere il tuo corpo, stimolare il tuo sistema nervoso, regalarti sensazioni sempre nuove. Se tu sei a un concerto tutto questo deve essere elevato all’ennesima potenza. Devi lasciarti catturate dai suoni, viaggiare con la mente nei video proiettati sui maxi schermi, farti avvolgere dal fumo sparato dal palco, riscaldarti con i fuochi che esplodono all’inizio dello spettacolo. Per far questo devi concentrarti anima e corpo su ciò che stai vivendo, abbandonare ogni distrazione, chiudere qualsiasi contatto con il mondo per una finestra di un paio d’ore. Continua a leggere Di concerto