Occidente caput mundi

Vivere in Occidente, che gran fortuna. Puoi essere sempre dalla parte del giusto che tanto la tua cultura è quella dominante, quella che, dopo secoli di evoluzione, è diventata centro del mondo. Che a dirla tutta questo è stato frutto anche di circostanze fortunose e fortunate. Che l’Oriente, durante il nostro buio Medioevo, ci mangiava gli gnocchi in testa nel progresso scientifico e culturale. Per dirla in maniera carina. Che eravamo noi che copiavamo i cinesi, una volta.

E se le cose fossero andate diversamente? Se il centro del mondo si fosse paurosamente capovolto? Continua a leggere Occidente caput mundi

In piazza per la libertà

In un abbraccio si sciolgono alcune delle più grandi tensioni internazionali dal secondo dopoguerra a oggi. Mai così vicini, Nethanyahu e Abbas, presidente israeliano e presidente dell’Autorità palestinese. E poi la Merkel al fianco di Hollande e Cameron per limare le rivalità storiche tra i tre giganti europei. Infine il primo ministro turco Davutoglu (le proteste di piazza a Istanbul sono ancora vive negli occhi di tutti) e la regina Ranja di Giordania. Continua a leggere In piazza per la libertà